Sbloccato l’accordo di stabilizzazione e di associazione con la Bosnia-Erzegovina

Sbloccato l’accordo di stabilizzazione e di associazione con la Bosnia-Erzegovina

dalla Sede IC&Partners Banja Luka, Bosnia

Con la decisione dei ministri europei del 21 aprile, è stato sbloccato l’accordo di stabilizzazione e di associazione con la Bosnia-Erzegovina.

La decisione è stata adottata come primo punto dell’ordine del giorno del Consiglio dell’Unione europea per gli affari generali a Lussemburgo dedicato ai problemi generali. Questa importante decisione rappresenta il compimento della promessa di apertura di integrazione europea alla condizione che i leader bosniaci dimostrino il loro impegno ad apportare dei cambiamenti al paese.

L’attivazione dell’accordo di stabilizzazione e di associazione con la Bosnia-Erzegovina significa sbloccare il suo percorso europeo, che dipenderà dai progressi nell’attuazione delle riforme nei prossimi mesi; questo quanto si dice all’Unione europea.

Le priorità di intervento riguardano le riforme della sanità, dell’istruzione e le riforme nel settore sociale, la creazione di un’economia di mercato funzionante, l’instaurazione dello stato di diritto e il rafforzamento dell’organizzazione amministrativa, al fine di rafforzare l’efficacia delle istituzioni a tutti i livelli.