POR FESR Friuli Venezia Giulia: quanto ci fa risparmiare

POR FESR Friuli Venezia Giulia: quanto ci fa risparmiare

POR FESR

Dal 31 maggio è possibile inviare la domanda telematica per accedere ai finanziamenti a fondo perduto del bando POR FESR. Quali sono nel concreto i risparmi che un’azienda può ottenere?

Facciamo un esempio.

Requisisti

  • piccola un’azienda
  • settore vitivinicolo
  • con sede in Friuli Venezia Giulia

Traiettorie di sviluppo

  • utilizzo sulle proprie bottiglie di etichette intelligenti e interattive per la realtà aumentata – Traiettoria di sviluppo, area agroalimentare, punto n°3.

Progetto, investimento e risparmio

L’azienda decide di adottare le etichette intelligenti per le proprie bottiglie come sistema di comunicazione evoluto e di interazione con i propri consumatori.

Le etichette intelligenti, attraverso una app di realtà aumentata, permettono di attivare canali di comunicazione azienda-consumatori e di interazione con loro, oltre che di raccolta di informazioni sul comportamento d’acquisto, gradimento dei prodotti, mappatura geografica degli acquisti etc. Tutte queste informazioni di ritorno attraverso statistiche permetteranno all’azienda di: rendere la sua offerta di prodotto più efficace, gestire la distribuzione in modo efficiente, fidelizzare la clientela, inviare ai clienti profilati offerte speciali etc.

 

Attività

Valore pacchetto basic

Valore pacchetto premium

Sviluppo etichette in realtà aumentata 3 10
Sviluppo di un sistema di packaging per migliorare la conservazione del prodotto nel tempo 1 1
22.000 euro 50.000 euro
Contributo bando POR FESR 11.000* 20.000**

Investimento dell’azienda

11.000 30.000

 

* Contributo del 50% della spesa per piccole imprese. ** Contributo del 50% della spesa ma fino ad un massimo di 20.000 euro.

E’ possibile chiedere il contributo a uno o più servizi, che dovranno essere forniti da società con documentata esperienza, almeno triennale, nel settore di consulenza contemplato nel progetto.

IC&Partners, società già accreditata dal Ministero dello Sviluppo Economico per i voucher per l’internazionalizzazione, è in grado di aiutare l’impresa a richiedere contributo regionale:

  1. supporto informativo preliminare per valutare la fattibilità del progetto dell’azienda richiedente
  2. presentazione, gestione e rendicontazione della domanda di contributo.
  3. sviluppo ed erogazione della consulenza.