La Cina cambia la disciplina fiscale in materia di tassazione dei beni acquistati online dall’estero

La Cina cambia la disciplina fiscale in materia di tassazione dei beni acquistati online dall’estero

online

Dalla sede IC&Partners Asia

L’e-commerce  è e resterà nei prossimi anni uno dei maggiori motori di crescita dell’economia cinese, trainato dalla sempre maggiore diffusione di internet ed dal crescente utilizzo degli smartphone.

 

In particolare, lo sviluppo delle nuove tecnologie ha favorito negli ultimi anni l’abitudine dei consumatori cinesi ad acquistare prodotti dall’estero.

 

Il 24 Marzo, il Ministero delle Finanze della Repubblica Popolare Cinese ha annunciato che, a partire dall’8 Aprile, sarà introdotto un importante cambiamento nella disciplina fiscale applicata ai beni acquistati online dall’estero al fine di ridurre i vantaggi fiscali rispetto alla tassazione dei beni importati attraverso i canali tradizionali.

 

Questa nuova normativa fiscale cancellerà la tassa applicata sui prodotti acquistati dall’estero attraverso internet (la cosiddetta tassa sugli articoli postali, che nella maggior parte dei casi era pari al 10%); sarà invece applicata su questi acquisti l’IVA pari al 17% ed una tassa sul consumo (in base all’imposizione prevista dalla normativa cinese per ciascun specifico prodotto).